Quali criteri utilizza la Commissione per decidere se convalidare o meno un esame?

Nell’esaminare la possibile convalida di esami, la Commissione utilizza due criteri:

la congruenza disciplinare tra gli insegnamenti sostenuti nella precedente carriera e quelli presenti nel Manifesto degli Studi del corso di laurea magistrale in Scienze Pedagogiche;

l’ampiezza, espressa in CFU, dei corsi sostenuti e dei corsi da sostenere. Qualora, nel certificato esibito dallo studente, l’ampiezza non sia espressa in CFU, si assegnerà ai corsi semestrali il valore di 4 CFU e ai corsi annuali il valore di 8 CFU.

La Commissione non convaliderà parti di esame: ad esempio, se lo studente ha conseguito 4 CFU in una disciplina come “Storia culturale dell’educazione”, che nel Manifesto degli Studi del Corso di Laurea Magistrale vale 8 CFU, l’esame non verrà convalidato. Saranno invece convalidati gli esami che, nel Manifesto degli Studi, corrispondono a un modulo di un esame integrato. In quest’ultimo caso, il voto finale sarà la media tra il voto conseguito nell’esame da sostenere e quello relativo all’esame convalidato.

[Ultimo aggiornamento: 04/08/2016 11:55:18]